Gohomon (Lezione di Dharma) del Patriarca (Gokoyu) Yamauchi Nichikai Shonin

Firenze, 11 maggio 2014

Nissen Shonin ci insegna in un suo Gokyoka o poesia didattica:

Anche se noi invocassimo l’Odaimoku più di diecimila volte consecutive, qualora offrissimo la nostra preghiera solo per noi stessi, questa preghiera non avrebbe il potere di entrare in risonanza con il divino Dharma (Myoho) poiché il Buddha Shakyamuni non ci ha certamente donato l’Odaimoku o gli Insegnamenti del Sutra del Loto solo per soddisfare le nostre personali esigenze o la nostra brama, quanto piuttosto perché la pratica ci renda dei Bodhisattva che hanno lo scopo di salvare le altre persone.

Pare evidente che noi gente comune, siamo pronti ad affrontare serie difficoltà per il nostro tornaconto personale ma quando si tratta di affrontare per gli altri le stesse difficoltà, esitiamo.

Eppure il Buddha Shakyamuni ci ha insegnato nel Sutra del Loto, che tutti, noi stessi come gli altri, meritando in egual misura lo stesso rispetto e considerazione, si abbia un animo empatico, ovvero un animo ricco di compassione e misericordia. In altre parole ciò significa fare di noi dei Bodhisattva. Quando ci impegniamo nella diffusione dell’Odaimoku con la pura intenzione di essere di aiuto per gli altri, sebbene siamo persone comuni, a buon diritto possiamo essere chiamati, secondo la HBS, dei veri Bodhisattva.

Dal momento in cui diventiamo dei Bodhisattva, il nostro animo entrerà in risonanza con tutte le esistenze spirituali presenti nel Gohonzon. In tal modo le nostre preghiere otterranno risposta.

La ragione o scopo della spiritualità dell’HBS è quello di purificare il nostro animo dai peccati ed eliminare gli ostacoli e difficoltà che questi producono inevitabilmente, quei peccati cha abbiamo accumulato nelle nostre vote precedenti, perché si possano così realizzare i nostri desideri più nobili e puri, sia in questa che nelle vite a venire.

Questi peccati e gli Zaisho, gli ostacoli e le difficoltà conseguenti, sono chiamati anche karma negativo, quello che si immagazzinato nei recessi più profondi della nostra anima, l’Arayashiki e che noi stessi abbiamo generato, compiendo azioni cattive e negative, in passato.

Quando facciamo voto di diventare dei Bodhisattva, i nostri Zaisho verranno eliminati e noi non saremo travolti dalla cattiva sorte.

Questo dovrebbe essere la nostra preghiera come fedeli della HBS.

Noi fedeli, preghiamo secondo una liturgia specifica che si chiama Myoko Ichiza, redatta da Nissen Shonin. Il Myoko Ichiza recita:

“Preghiamo perché praticando la Via del Bodhisattva, vita dopo vita, col desiderio di liberare dalla sofferenza innumerevoli esseri viventi mai si regredisca nella fede e nella pratica per gli altri”. Così, nel momento in cui, fedeli a Nichiren Shonin facciamo questo voto e ci impegniamo nell’invocazione dell’Odaimoku, diventiamo Bodhisattva e prendiamo dimora nell’Illuminazione (Jobutsu).

Tra le varie pratiche spirituali della HBS, ce ne è una molto importante che si chiama Ojogyo. Ojogyo significa recarsi presso le abitazioni degli altri fedeli per invocare l’Odaimoku assieme. Questa pratica ha lo scopo di rafforzare e dare nuova vitalità alla fede ed offrire preghiere per coloro che si trovano in difficoltà. Praticare Ojogyo caratterizza in modo peculiare la HBS.

Quando offriamo la nostra preghiera per gli altri -mossi da uno spirito di misericordia e di compassionegrazie a questa pratica di Ojogyo, gli stessi meriti (ovvero la sacra energia spirituale che ne deriva) che offriamo e doniamo per il bene degli altri, ricadranno a pioggia su noi stessi!

Per questa ragione la pratica da Bodhisattva fa’ sì che sperimenti la vera gioia, desiderando ed impegnandoci a rendere anche gli altri felici.

Questa è la Via, la spiritualità della HBS!

Auguro a voi tutti che possiate provare la vera gioia dello spirito praticando questa meravigliosa “Via del Bodhisattva”.

Vi ringrazio per l’attenzione che avete riservato nell’ascolto di questa lezione di Dharma, il Gohomon di oggi.


Odoshi Nichiji Ueda, Presidente del Dipartimento per la diffusione del Dharma nel mondo dell’Ufficio Centrale della HBS, discorso di benvenuto

Arigatogozaimasu!

Mi chiamo Nichiji Ueda ed è un grande onore per me partecipare a questa speciale cerimonia presso il tempio Kofuji di Firenze, presenziata dal Gokoyu, il Patriarca della HBS, Nichikai Yamauchi Shonin.

Innanzitutto desidero congratularmi con voi, fedeli italiani, perché celebriamo il XV anniversario della fondazione della nostra Scuola nel vostro Paese.

Ricordo bene quindici ani fa, Odoshi Fukuoka che mi diceva dell’utilità di internet perché la HBS potesse esser conosciuta anche fuori dal Giappone e che comunque questo, sarebbe stato solo un semplice strumento e tramite.

Infatti se noi non ci impegnassimo ad incontrare personalmente coloro che sono interessati alla HBS, sarebbe difficile far loro comprendere chiaramente cosa in effetti sia la nostra pratica spirituale e così diffondere in modo adeguato e proprio il suo valore.

Ciò significa che la diffusione del Dharma può dirsi autentica solo se si realizza tramite un reale incontro tra persone.

Odoshi Fukuoka decise per questo di venire in Italia e visitare lo Sri Lanka.

E’ tornato poi molte volte per incontrarvi e offrire guide su come praticare, personalmente.

Oggi comprendo che il suo stile, il modo in cui diffonde il Dharma -che è l’Insegnamento del Buddha Shakyamuni e di Nichiren Shonin, è lo stesso che loro hanno avuto e utilizzato.

Negli Otto Capitoli di Honmon del Sutra del Loto, Honmon Happon, il Buddha affida e consegna la pratica del Dharma al Bodhisattva Jogyo ed agli altri Bodhisattva, di persona.

E’ la stessa ragione per la quale noi oggi siamo qui, presso il tempio Kofuji di Firenze, a celebrare questo rito.

Sono davvero colpito dal modo in cui Odoshi Fukuoka ha realizzato il suo mandato, lodo il suo impegno e ne riconosco i grandi meriti!

Ammiro Ryosei-Shi ed i Gakuto italiani, come pure il gruppo dei Fondatori dell’Associazione Religiosa HBS d’Italia.

Tutti costoro seguono, sulle orme lasciate dal Buddha, la sua Via, per diffondere la HBS.

Oggi i fedeli Italiani e Giapponesi celebrano assieme il XV anniversario. Ci possiamo incontrare di persona ed è una grande opportunità per noi tutti, invocare all’unisono l’Odaimoku.

Noi Giapponesi, siamo profondamente commossi dalla splendida atmosfera che solo voi Italiani sapete creare. Oggi, noi sentiamo e proviamo concretamente che siete degli autentici fedeli della HBS!

Torneremo presto nel nostro Paese e racconteremo della commozione provata qui, con voi.

Per voi, questa di oggi, è la prima grande opportunità che avete di ascoltare direttamente dal Patriarca (Gokoyu) la sua Lezione di Dharma (Gohomon) poiché lo avete invitato!

Auguro a tutti di cogliere con gratitudine questa opportunità sia come incoraggiamento per voi stessi, sia come stimolo ad impegnarvi con rinnovate energie nella vostra pratica quotidiana ed attività religiose.

Nel 2017, fra tre anni, ricorrerà il secondo centenario della nascita di Nissen Shonin, il fondatore della HBS. Verranno così promosse ancora più vaste e specifiche attività di propagazione del Dharma. Abbiamo anche dato loro un nome proprio: “Progetto per la coltivazione dei meravigliosi fiori dell’Odaimoku nei nostri cuori”.

Auguro a voi tutti di visitare il nostro Paese nel 2017 e partecipare così alla cerimonia che si terrà presso il Tempio principale Yuseiji di Kyoto, con i fiori meravigliosi dei vostri cuori.

Noi vi aspettiamo!

Ci incontreremo ancora ma sarà al Tempio principale e canteremo di nuovo assieme l’Odaimoku! Arigatogozaimasu!


Firenze, 11 Maggio 2014.
Discorso di benvenuto del Rev. Ryosei


Arigatogozaimasu!

Welcome to you all. Today we are celebrating a very important event for our shared (common) spiritual family HBS: its 15th anniversary of foundation in Italy.

In 1998 rev. Odoshi Fukuoka decided to use the internet to spread the Dharma all over the world. so many people, including me, have had the opportunity to know the true Buddhist doctrine of HBS. The starting point of this event is due to the efforts of this special person, rev. Odoshi Fukuoka, who has belonged to the HBS spiritual family for seven generations.

In this way we can clearly understand that behind the efforts of one person, like rev. Odoshi Fukuoka, there are the efforts, faith, obedience, devotion and Kokorozashi of many and many others people who have offered their lives to the Dharma of the Eternal Shakyamuni Buddha and Nichiren Shonin, and have taught the correct way to practice Buddhism in the Mappo era.

So our gratitude is due (in respect of them all who) to everyone, from today here in Florence, back to the Eternal Shakyamuni Buddha who taught the Lotus Sutra in the eternal past of Kuon, who gave us the opportunity of Ho-En, the mystical relationship with the saving Dharma.

Our duty is to continue their work of spreading the Dharma with joy and thankfulness to repay our debt of gratitude to them all.

By chanting Odaimoku faithfully with the pure intention to help others too, we can (change in) better our lives, purify our sins, ameliorate our destiny, because we receive merits, the holy spiritual energy of the Eternal Shakyamuni Buddha, the protection of Guardian Kings in Heaven, the guide and affection of Nichiren Shonin and Kaido Nissen Shonin.

We live in a Catholic country and it is not so easy to explain who Eternal Shakyamuni Buddha is. Anyway we can use analogy. In the Lotus Sutra, Capt. XXII it is written:

“It is not necessary to worship statues or relics of the Buddha because the whole Body of Buddha is contained within this Sutra (…) This sutra can deliver all the living from pains and sufferings; just as a clear, cool pool is able to satisfy all those who are thirsty, as the cold person who obtains a fire [are satisfied], as the naked who find clothing; as children who find their mother, as a sick man who finds a doctor, as in the darkness one who obtains a lamp, as a poor man who finds a jewel; and as a torch which dispels the darkness, so is it also with this Law-Flower Sutra; it is able to deliver all the living from all sufferings and all diseases, and is able to unloose all the bonds of mortal life”. Thus we can say who Eternal Shakyamuni Buddha and Nichiren Shonin are: Compassion, Mercy, Wisdom, Kindness, Clemency, Light, Father and Mother to all the living beings.

For Them I decided to be a priest. I have constantly been guided and trained by rev. Odoshi Fukuoka and his family with patience and affection, care and kindness, and now I belong to the group of those who offer their lives for the benefit of who do not know yet the mercy and divine power of the Eternal Shakyamuni Buddha.

To you all I would like to express my deep gratitude; especially to the Gokoyu and his family, to rev. Odoshi Fukuoka and his family, and to you Odoshi and Okoshi, your family and your faithful members of HBS, because you all support the Kofuji Italian Branch and we all in our efforts to spread the Dharma in Italy.

Arigatogozaimasu!